Home > Palazzo rospigliosi casino delle muse

Palazzo rospigliosi casino delle muse

Palazzo rospigliosi casino delle muse

Oggi un libro a cura della Principessa Maria Camilla Pallavicini ne ripercorre la storia. Lei, di simpatie missine, nei suoi salotti frequentati da De Gaulle, Adenauer e ambasciatori da tutto il mondo ammise al bacio della pantofola pure Silvio Berlusconi. Di sicuro il Palazzo del Giardino a Montecavallo è uno di quei posti graziati dalla Storia, che ha ben voluto esaudire una a una tutte le ambizioni - in primis quelle di collezionismo - di chi ci ha abitato, a partire dal primo inquilino di stirpe pontificia, il cardinal Scipione Borghese. Fu lui a volere che sulle rovine monumentali delle Terme di Costantino sorgessero filari di alberi e siepi a scolpire geometrici giardini rinascimentali, in segno di rinnovamento.

Fontane e ninfei chiamati a fare da scenografia alla residenza cardinalizia, fulcro del Giardino di Montecavallo. Per il suo Eden poi Scipione pretese la primogenitura degli artisti del tempo: Palazzo Pallavicini fu una calamita attorno cui gravitarono grandi nomi anche dopo la dipartita del cardinal Borghese, come racconta il nuovo libro sulla Collezione. Prende il via ufficialmente la Collezione Pallavicini. Ricevi le storie e i migliori blog sul tuo indirizzo email, ogni giorno. I Roma zona Quirinale e dintorni. Caterina da Siena Campanile S.

Pietro in Vincoli Chiostro Chiesa S. Pudenziana Cupola S. Carlo Alberto Fontane Giardino S. Giovanni Giardino S. Villa Pallavicini Rospigliosi , via Ventiquattro Maggio, Rione Monti, Roma, è circondata da un muro lungo la via Ventiquattro Maggio, nell'area racchiusa sugli altri tre lati dalle vie Mazzarino, via Nazionale e via della Consulta. Sorto sul luogo delle terme di Costantino, l'ultimo grande impianto pubblico antico, conserva il celebre affresco di Aurora di Guido Reni. Commissionato dal cardinale Scipione Borghese a Flaminio Ponzio e completato da Carlo Maderno , il palazzo appartenne al cardinale Giulio Mazzarino e ai suoi eredi che lo ampliarono, e nel fu acquistato dai Pallavicini Rospigliosi, che tuttora lo detengono.

Il casino Pallavicini è una graziosa loggetta con tre ambienti di cui il centrale arretrato: Dietro il palazzo che ospita la Galleria Pallavicini, sulla sin. Informazioni Metro: L'affresco di Guido è uno dei capolavori del classicismo romano e richiama i rilievi di antichi sarcofagi , di cui la facciata del Casino è riccamente istoriata. Possibile prototipo di quest'opera del Reni è un quadro riportato della Galleria Farnese - spettante ad Agostino Carracci - che raffigura Aurora e Cefalo.

Sulle pareti sono quattro affreschi delle stagioni dipinti da Paul Bril e due trionfi dipinti da Antonio Tempesta. Non accessibile al pubblico, essa costituisce, con le collezioni possedute dalle famiglie Colonna e Doria-Pamphilij , una delle più grandi raccolte private d'arte a Roma. Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Disambiguazione — Se stai cercando altri significati, vedi Palazzo Rospigliosi Pallavicini disambigua.

Villa Pallavicini - olly-e.daniel-rothman.com

A volere la pubblicazione di un nuovo volume sui Rospigliosi è oggi l'unica figlia di Elvina Medici Orazio Gentileschi, "Il Casino delle Muse". Di fronte al palazzo del Quirinale c'è un muro di cinta. abitato da uccelli, mentre Agostino Tassi e Orazio Gentileschi animavano il Casino delle Muse di Zagarolo, Giovanni Battista Rospigliosi, e da sua moglie Maria Camilla Pallavicini: da. Costruito sul luogo di terme romane, palazzo Pallavicini Rospigliosi fu sono ancora intatti, quello delle Muse che presenta affreschi di Orazio Gentileschi e. Sorto sul luogo delle terme di Costantino, l'ultimo grande impianto pubblico antico, Il casino Pallavicini è una graziosa loggetta con tre ambienti di cui il centrale «Il teatro»; la decorazione della vicina loggia delle Muse si deve ad Agostino. Villa Pallavicini Rospigliosi, via Ventiquattro Maggio, Rione Monti, Roma, ed una loggia detta delle Muse, affrescata da Agostino Tassi, una terza con un altro casino, e i cui affreschi di Ludovico Cardi sono ora al Museo di Palazzo Braschi. Sulla prima sorgeva il Casino detto dell'Aurora () dall'affresco di Guido Reni; sulla seconda una fontana a semicerchio detta il teatro e la Loggia delle Muse. Villa Pallavicini Rospigliosi, via Ventiquattro Maggio, Rione Monti, Roma, ed una loggia detta delle Muse, affrescata da Agostino Tassi, una terza con un altro casino, e i cui affreschi di Ludovico Cardi sono ora al Museo di Palazzo Braschi.

Toplists